la meraviglia dell'Adriatico
Fortezze medievali, monti a picco sul mare, foreste selvagge, cittadelle austro-ungariche e spiagge dorate.

La gemma dell'Adriatico
MONTENEGRO

HERCEG NOVI, le Bocche di Cattaro (il fiordo più bello del Mediterraneo), Perasto, Kotor e il panorama dal monte Lovcen, Budva, Sveti Stefan (la perla del Montenegro), Cetinje (l'antica capitale), Podgorica (la nuova), il lago di Scutari, il monastero di Ostrog scavato nella roccia, la città di Niksic
5 giorni
dal 04/10/2023 al 08/10/2023
€ 590,00
VAN 9 posti da Portogruaro/PN/UD
PROGRAMMA

1°gg - Portogruaro/PN/UD, autostrada Slo/Croazia, arrivo in MONTENEGRO a HERCEG NOVI
2°gg - MONTENEGRO: le Bocche di Cattaro (il fiordo più bello del Mediterraneo), Perasto,
       Kotor e il panorama dal monte Lovcen, Budva
3°gg - MONTENEGRO: Sveti Stefan (la perla del Montenegro), Cetinje (l'antica capitale), Podgorica (la nuova),
       il lago di Scutari
4°gg - MONTENEGRO: il monastero di Ostrog scavato nella roccia, la città di Niksic, Ragusa/Dubrovnik
5°gg - DALMAZIA meridionale. DUBROVNIK e la riviera di MAKARSKA. Rientro

QUOTA € 590,00
Supplemento singola € 120,00

COMPRENDE: Viaggio in VAN 9 posti - sistemazione in hotel *3/*4 stelle in camere doppie con servizi privati
trattamento di pernottamento e prima colazione - assistenza di autista/accompagnatore Lira Viaggi - assicurazione
RC Agenzia e Assistenza medica h24 NOBIS Tour.
NON COMPRENDE: pasti, ingressi, extra, quanto non menzionato sopra.

MONTENEGRO, la gemma dell’Adriatico

La prima cosa che si nota è la generosità della natura, lussureggiante e incontaminata. Colline ricoperte di boschi, macchie di cipressi, campagne verdi, il Montenegro è una destinazione green: primo stato ecologico del mondo, afferma la sua Costituzione.

Per visitare la bellezza della zona, il consiglio è un giro in barca nell’incantevole Baia di Kotor, immenso bacino adriatico circondato da scogliere alte mille metri e considerato il più grande porto naturale dell’Europa meridionale. Le Bocche di Cattaro offrono una serie di insenature, baie e falesie della costa dalmata meridionale dell’Adriatico, costituite da ampi valloni simili ai fiordi norvegesi. Vista la sua rara scenografia, la baia è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Fortezze medievali, monti a picco sul mare, foreste selvagge, cittadelle austro-ungariche e spiagge dorate. Di meraviglie il Montenegro ne custodisce tante, con un vantaggio in più, di cui gli abitanti si vantano spesso: viste le dimensioni del paese, nella stessa giornata si può – idealmente – fare per una gita nelle acque del lago di Skadar, il più grande dei Balcani, e poi esplorare il canyon lungo il fiume Tara (e magari cimentarsi in un’avventura di rafting tra le sue acque). Si può fare una passeggiata tra i sentieri e i boschi in montagna, salendo fino ai 2500 metri di Bobotov Kuk, la vetta più alta. O esplorare una magnifica area protetta, il Parco Nazionale del Durmitor, ettari di verde selvaggio dove trovare paesaggi ancora incontaminati e fauna selvatica libera. Non c’è che da scegliere.

Per chi se la sente, offre un piacevole belvedere il monastero di Ostrog, che sembra scavato nella roccia a Ostroska Greda: bisogna arrampicarsi per raggiungerlo, ma la veduta sulla pianura di Bjelopavlici è da cartolina.

Restando tra le acque placide della baia di Kotor, vale la pena visitare la cittadella di Perast, soprannominata la Vecchia Venezia perché costruita nel 1300 dai veneziani, caratterizzata da un mix di elementi mediterranei e stile ottomano. Solcando le acque della baia, al largo di Perast si trova un’altra gemma che il Montenegro custodisce e vale sicuramente la sosta: Our Lady on the Rocks (chiamata in italiano Madonna dello Scalpello), l’isoletta artificiale creata nel 1400 nel punto in cui, secondo la tradizione, apparve la Madonna. A pochi metri si può ammirare anche l’isola di San Giorgio, che ospita un monastero benedettino del XII secolo circondato da alti cipressi.

È una meta più estiva, invece, Budva, fuori dalla baia, ricca di spiagge e locali. Ma varcate le mura erette dai veneziani, si trova una cittadina medievale con diversi siti d’interesse culturale, come la Chiesa di Santa Maria in Punta, il Museo Cittadino, con manufatti d’epoca greco-romana e la Casa Memoriale dello scrittore serbo Stefan Mitrov Ljubisa.

A puntare il Montengro sulla mappa delle destinazioni di lusso è il nuovo (inaugurato a maggio 2021) One&Only Portonovi, avamposto ricercato del brand leader nell’ospitalità di fascia alta. Affacciato sui fiordi di Boka Bay, è un approdo defilato dove trovare una vera destinazione a sé, da vivere 365 giorni l’anno. Il resort è immerso nella natura montenegrina, di cui offre il mare, con la bella spiaggia, da cui ammirare le bellezze della zona. Alle spalle, colline rigogliose di natura incontaminata, invitano a staccare la spina e lasciarsi andare ai ritmi slow del posto. Sospeso tra terra e mare, questo rifugio di bien vivre si presenta, grazie agli ampi spazi, come un albergo diffuso nella Riviera montenegrina, perfettamente integrato nel paesaggio circostante. A partire dall’architettura, che riflette lo stile degli antichi palazzi veneziani – tipici della regione – con pietra e marmi, colori tenui e bianco dominante: le ampie vetrate riempiono ogni ambiente di luce naturale, e i rigogliosi giardini regalano un senso di pace e quiete a ogni angolo. Le terrazza delle camere, suite, ville e case regalano un belvedere esclusivo sulle Bocche di Cattaro: la cultura del luogo è ripresa anche nei dettagli di arredo, vedi i caminetti presenti ovunque – dalle camere ai bagni, fino alla spa – richiamano i tradizionali focolari delle case locali. Tra gli alloggi, da evidenziare la Suite One, ideale per un viaggio nell’enologia locale, che dispone di una cantina con una selezione di 268 etichette.

A proposito di enologia, tra le diverse esperienze che si possono provare dall’hotel, merita il tour alla scoperta dei vigneti di Savina: salendo da Portonovi fino al Monastero Savina, incastonata tra le pendici di una collina ricoperta di filari, la vineria porta a conoscere la cantina e la produzione di vino locale. Si finisce in bellezza con la degustazione, apparecchiata sulla terrazza sospesa tra cielo e terra, in mezzo a botti e ulivi secolari, con la vista panoramica su tutta la baia.

La gastronomia non è da meno, fusione di sapori mediterranei e balcanici. Se La Veranda offre un tour dell’autentica cucina montenegrina, con pescato fresco e la ricchezza delle materie prime locali, rivisitata con creatività, da Tapasake si assaggiano sapori giapponesi contemporanei, mentre Sabia è un omaggio alle influenze italiane, con piatti ispirati al gusto del Belpaese.

Spazio anche al benessere, per chi preferisce abbinare la scoperta del paese alla remise en forme, lo Chenot Espace è un’oasi di ben quattromila metri quadri di pura pace e wellness. il programma prevede un percorso personalizzato per resettare il corpo basato sul celebre Metodo Chenot, che combina i progressi scientifici e la medicina cinese: detox, contrasta l’invecchiamento e migliora il piano psico-fisico attraverso menu nutrizionali, programmi fitness, trattamenti termali e attività antistress.

All’avanguardia ma legato alle sue tradizioni, il Montenegro è, insomma, un luogo con più anime, che sta puntando a catturare sempre più l’attenzione del turismo internazionale. Tra gli ultimi importanti progetti, a due passi dal One&Only, va menzionato Portonovi, una nuova area residenziale sviluppata attorno a un elegante porto con la marina affacciata sulla Boka Bay, che offre una passeggiata tra grandi yacht, barche a vela, negozi e ristoranti. Il progetto coinvolge l’ampia area circostante, riqualificata di recente e trasformata in un idilliaco villaggio dal sapore mediterraneo, incastonato nel paesaggio circostante. Ville, palazzetti in pietra, residenze dai toni caldi (che vanno dall’appartamentino di 50 metri quadri alle penthouse su due livelli, con piscina privata) danno vita a un centro vitale e raffinato, con edifici che s’ispirano alle tipiche architetture locali, riprodotte in versione contemporanea, circondate da beach club, locali, piscine e campi sportivi, dalla gelateria alla galleria d’arte. Al tramonto la musica fa da colonna sonora ad aperitivi e cene.  È una destinazione da vivere tutto l’anno.



Programma
Compila il modulo per ricevere il programma
Richiedi informazioni
Compila il modulo per ricevere tutte le informazioni di cui necessiti
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre news.
Scarica allegati

Potrebbe interessarti

Terra di storia, villaggi, castelli, arrosti, rossi e abbazie

Incanti di BORGOGNA


Digione, l’Auxerroise, Semur-en-Auxois il villaggio medioevale più bello di Francia, Auxerre, Beaune con l’Hotel de Dieu il più antico ospedale di carità di tutta la Francia, Fontenay, Joigny il gioiello cinto da mura antiche che sembra dipinto., Pesmes, Noyers sur Serein. Chateauneuf

5 giorni
dal 27/09/2023 al 01/10/2023
€ 670,00
VAN 9 posti da UD/PN/Portogruaro
Inizia la chat
1
Bisogno di aiuto?
Ciao!
Posso esserti di aiuto?